Via Tuscolana, 1003 (Cinecittà) Roma – Tel. 347.66.00.460

DISTURBO POST TRAUMATICO DA STRESS

Dott.ssa Sonia Frattali​

PSICOLOGIA • PSICOTERAPIA • IPNOSI

Vi è in questo disturbo lo sviluppo di sintomi emotivi o comportamentali in risposta ad uno o più fattori stressanti che si manifesta entro tre mesi dall’insorgenza del fattore stressante.

Definizioni comportamentali

  • La persona ha vissuto un evento traumatico nel quale ha vissuto o ha assistito ad eventi che hanno implicato morte o minaccia di morte per sé e per gli altri
  • Sentimenti di intensa paura, impotenza ed orrore
  • Ricordi spiacevoli ricorrenti ed intrusivi dell’evento con immagini, percezioni, pensieri
  • Sogni ricorrenti che riguardano l’evento
  • Agire o sentire come se l’evento si stesse verificando di nuovo
  • Disagio psicologico, fisiologico e intenso stress all’esposizione ad eventi che simbolizzano, si associano al trauma o gli assomigliano
  • Evitamento persistente di stimoli associati con il trauma e l’attenuazione della reattività in generale con affettività ridotta, sentimenti di diminuzione delle prospettive future, riduzione di interesse per attività significative, estraneità o distacco dagli altri
  • Aumento dell’attivazione psicofisiologica attraverso disturbi del sonno, irritabilità, difficoltà a concentrarsi, ipervigilanza
  • Il disagio è grave da compromettere il funzionamento lavorativo e sociale della persona
  • Stanchezza e preoccupazioni ipocondriache, comportamento regressivo, crisi emotive (tremori, pianto, crisi aggressive), turbe funzionali (stanchezza, oppressione, sintomi gastrointestinali), depressione, ansia e fobie
  • Sentimenti di colpa per essere sopravvissuti
  • È presente dissociazione, ovvero incapacità di ricordare delle parti del trauma

Obiettivi della terapia

  • Valutazione medica per stimare esattamente le condizioni fisiche
  • Esatta valutazione dei sintomi (flashback dell’esperienza traumatica, l’evitamento, l’intorpidimento, il senso di impotenza, incubi notturni, ecc)
  • Integrazione psichica del trauma
  • Esplorazione dell’evento traumatico, i pensieri e i sentimenti associati ad esso
  • Ipnosi
  • Desensibilizzazione sistematica
  • EMDR (eccezionale tecnica elettiva per l’elaborazione dei traumi, vedi www.emdr.it)
  • Elaborazione dei sentimenti che conducono alla dissociazione
  • Aumentare le capacità di coping
  • Apprendimento di tecniche di rilassamento
  • Lettura di libri sull’argomento (biblioterapia)
  • Affermazioni positive
  • Gestione della depressione spesso associata al trauma
  • Miglioramento nella gestione dello stress
  • Incoraggiamento verso attività fisiche e ricreative
  • Ristrutturazione cognitiva (individuazione delle convinzioni “distrutte” dall’evento e ristrutturazione delle stesse)
  • Training di abilità sociali per aumentare la fiducia negli altri e nel mondo
  • Aumentare le abilità di problem solving
  • Interventi atti a riprendere il normale ritmo sonno-veglia
  • Migliorare la bassa autostima